Nicola Cardinali's Weblog

Just a blog.

Come deinterlacciare i filmati delle videocamere JVC

leave a comment »

E’ già la seconda volta che mi imbatto in questo problema quindi ho deciso di scriverne qui la soluzione come promemoria. Le videocamere JVC modello Everio sono delle compatte entry-level di tutto rispetto ad un prezzo accessibilissimo quindi sono ottime in ogni occasione, dalle vacanze al filmino della cresima.

Il formato di registrazione video è 720×576 a 25 frame per secondo con un bitrate di 8900 kbps mentre l’audio è registrato in Dolby Digital AC-3 Stereo campionatura 48000 Hz e un bitrate di 384 kbps. La conseguenza di tutto questo è che per ogni minuto di registrazione vengono scritti circa 70 MB sull’hard disk interno. I file sono salvati in formato MOD che è una variazione del formato MPEG2. Dopo aver scaricato i file sul pc non c’è nessun problema nel playback perchè basta rinominare i file da .MOD a .MPG per poterli aprire in un normale player MPEG.

Il problema nasce quando si vuole creare un DVD con i filmati e riprodurlo in tv. La videocamera registra (e non c’è opzione per disabilitarlo) in un formato interlacciato con la conseguenza che il video visto in tv risulta “rigato” e leggermente a scatti.

La soluzione consiste nel passare tutti i filmati a FFMpeg per deinterlacciarli e poi utilizzare i filmati prodotti da FFMpeg per creare il DVD.

(A questo punto avevo pensato di dividere il post in due sezioni, una per Ubuntu e l’altra per Windows, poi ho scritto solo quella per Ubuntu…)

Ubuntu

Dal terminal:

ffmpeg -i inputfile.mod -deinterlace -ab 384 -b 8900k -s 720x576 -f mpeg outputfile.mpeg

Python script:

#!/usr/bin/python
# -*- coding: utf-8 -*-

import os,sys

if len(sys.argv)>1:
    for infile in sys.argv[1:]:
        outfile = os.path.splitext(infile)[0]+".mpeg"
        cmd = 'ffmpeg -i "%s" -deinterlace -ab 384k -b 8900k -s 720x576 -f mpeg "%s"' % (infile, outfile)
        print cmd
        os.system(cmd)
else:
    print "usage: %s FILENAME" % sys.argv[0]

 http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=1377290

Written by me

30 agosto 2011 at 10:15 am

Pubblicato su JVC, Ubuntu, Video editing

Sheldon Cooper (The Big Bang Theory) e Ubuntu

leave a comment »

Written by me

26 febbraio 2011 at 11:38 am

Pubblicato su Ubuntu

Android, da Google alle case produttrici di telefoni

leave a comment »

Il progetto Android di Google nasce con l’idea di consentire a chiunque di leggere il codice del sistema operativo (del telefono) e poterlo modificare a piacimento. La stessa cosa accade con i sistemi operativi (per pc) GNU/Linux come ad esempio Ubuntu, Suse e Debian.

Il flusso degli eventi in termini cronologici riguardanti il rilascio di un aggiornamento software per un qualsiasi telefono equipaggiato con Android parte dal rilascio da parte di Google di una nuova versione di Android. Così abbiamo le versioni:
– 1.5 cupcake
– 1.6 donut
– 2.0 eclair
– 2.2 froyo
– 2.3 gingerbread

Successivamente le case produttrici dei telefoni, come ad esempio l’Acer, adattano le funzionalità del sistema operativo di Google alle caratteristiche fisiche del telefono cellulare e successivamente rilasciano un aggiornamento ufficiale generalmente dal proprio sito web. Questo aggiornamento è rilasciato per permettere ai propri terminali di usufruire delle migliorie introdotte dalle nuove versioni di Android. L’ultimo aggiornamento ufficiale da parte di Acer per il Liquid A1 (non il Liquid E) è ad Android 2.1 Eclair.

Written by me

26 febbraio 2011 at 10:35 am

Pubblicato su Acer, Android, Google

Android Notifier

leave a comment »

Una cosa che mi avrebbe sempre fatto piacere avere è proprio quella che fa questo software semplicissimo, utile e geniale. Svelando il mistero, Android Notifier permette di avere le notifiche del telefono direttamente sul desktop. Ad esempio potrebbe essere utile se ascoltiamo la musica con le cuffie mentre lavoriamo al computer oppure se ci capita spesso di lasciare il telefono nella borsa o nel giubbotto con la suoneria bassa o spenta.

E’ possibile ricevere avvisi dei seguenti eventi che si verificano sul telefono:

  • telefonate in arrivo
  • SMS
  • MMS
  • batteria scarica
  • voicemail
  • ping (test)
  • notifiche di applicazioni di terzi

Ognuno di questi tipi di notifiche può essere abilitato/disabilitato e, se abilitato può eseguire automaticamente un comando specifico, come ad esempio far partire una applicazione.

Il tutto si compone di 2 parti: una parte va installata sul telefono Android e l’altra sul computer. Esistono versioni desktop per Windows 32/64 bit, Mac e GNU/Linux 32/64 bit (in formato .deb). Il software per il desktop si scarica da qui http://code.google.com/p/android-notifier/ mentre il software per il telefono si chiama Remote Notifier for Android e scarica dal Market all’indirizzo https://market.android.com/details?id=org.damazio.notifier oppure direttamente dall’applicazione Market sul telefono.

Per funzionare è sufficiente collegare i due sistemi (telefono e computer) via WIFI, Bluetooth e presto anche via USB.

L’installazione è semplicissima: installare l’app su Android, installare l’applicazione sul desktop. Dopo aver avviato l’applicazione desktop comprarirà una icona nella barra delle notifiche indicando che il sistema è pronto.

Written by me

26 febbraio 2011 at 10:27 am

Pubblicato su Android

Path

leave a comment »

Path.com

With obile photo sharing becoming more popular and Path’s focus on being a personal network, and setting a limit to the number of connections you can add, will attract users looking to connect with their real-life connections. Also, focusing on mobile is smart, considering more users are now checking social networking sites on their mobile phone than e-mail. The founding team also has some star power with the likes of former Facebook senior platform manager Dave Morin, Macster co-creator Dustin Mierau and Napster co-founder Shawn Fanning.

http://mashable.com/2011/01/04/10-apps-to-watch-in-2011/

 

Written by me

9 gennaio 2011 at 6:24 pm

Pubblicato su Uncategorized

Aggiornamento Acer Liquid A1 a FroYo (Android 2.2)

with 11 comments

Finalmente è stato rilasciato l’aggiornamento ufficiale dell’Acer Liquid E al nuovo Android 2.2 FroYo e grazie agli amici del forum di tuttoandroid.net e di Modaco è possibile effettuare l’aggiornamento anche sul fratellino piccolo del Liquid E e cioè (il mio) Liquid A1. L’unica differenza tra i due modelli di telefono è la quantità di memoria RAM: 512 MB per l’E e 256 per l’A1. Dopo che è uscito l’aggiornamento ufficiale, scaricabile dal sito acer.it per il Liquid E, un certo hacker francese di nome mcboydesign ha effettuato il porting della versione anche per il modello A1. E’ quindi grazie a  tutti loro che ho fatto il flash di FroYo e che ci sono riuscito 😉

Passi preliminari

E’ importante che la batteria del telefono sia carica (almeno per il 50%).
Tutti i dati, le applicazioni e le impostazioni come password, rubrica telefonica e appuntamenti nel calendario verranno cancellati completamente quindi è necessario fare prima un backup nella cloud (fare una sincronizzazione completa con Google) e segnarsi le nostre applicazioni preferite.
I dati sulla scheda SD, come ad esempio le foto, non verranno cancellate anche se è sempre meglio farsi un backup su PC.
Se viene utilizzato un portatile, assicurarsi che la batteria sia carica.

Cosa ci serve

Il firmware è appena uscito e già ne esistono due versioni: una “ufficiale” Acer e una moddata da mcboydesign che ha provveduto ad alleggerirla di alcuni tools che Acer inserisce in tutte le sue release di Android come ad esempio SocialJogger, RoadSync, Spinlets e urFooz. Personalmente ho voluto installare la versione ufficiale per poter valutare il lavoro di mamma Acer, quindi ho scaricato la BIN di mcboydesign dal suo sito http://www.mcboydesign.fr/?p=186 da questo link diretto http://www.multiupload.com/1MT6F3ET2H (circa 185 MB).

Per effettuare il flash è necessario installare sul PC i driver per la comunicazione con il telefono che si possono trovare sempre in nel sito di mcboydesign o direttamente a questo link http://www.multiupload.com/P9ZDZUWHSR (circa 12 MB). I driver servono per instaurare una comunicazione corretta tra PC e Liquid quindi è necessario scaricarli e installarli sul PC prima di fare qualsiasi altra operazione. Come PC è preferibile utilizzare un portatile oppure un PC sotto gruppo di continuità in modo da proteggerci da eventuali blackuout proprio nel momento del flash (vedi legge di Murphy).

Ultimo tool da scaricare ma non meno importante è l’Acer Download Tool che ci serve per fare materialmente il flash del nuovo firmware. Lo si può scaricare da qui http://www.mediafire.com/?l408mp10p9h1wn8

Ecco una immagine di tutti i file scaricati

Come si fa

1) Installare sul PC portatile i nuovi driver
Estrarre dal file ZIP i file adatti al sistema operativo installato sul PC e fare doppio clic sul file DPInst.exe. Consiglio di farlo con cellulare scollegato dal PC e ricollegarlo quando l’installazione dei driver è terminata.

2) Verificare che nelle impostazioni del Liquid sia attivato il Debug USB.

3) Scompattare il file ZIP che contiene il nuovo firmware. Questo ZIP contiene due file: .BIN e .MD5. Il file MD5 consente di verificare la firma del file bin in modo da assicurarsi che non sia corrotto.

4) Scompattare il file ZIP dell’Acer Download Tool.

5) Copiare il file .BIN all’interno della cartella ACER_A1_Bin sotto all’Acer Download Tool.

6) Collegare il Liquid al PC e abilitare l’USB in modo da visualizzare l’SD come una normale chiavetta USB.

7) Aprire l’Acer Download Tool e verificare che nel box Device 01 ci sia scritto Connected su sfondo verde. Cliccare sul pulsante Browse e selezionare il file .BIN sotto la cartella ACER_A1_Bin e poi cliccare sul pulsante Start per avviare il processo di scrittura del firmware sul telefono. E’ importante non scollegare per nessun motivo il telefono dal cavo USB durante questa fase quindi consiglio vivamente di verificare preventivamente che le prese USB siano infilate correttamente e che il cavo non possa essere staccato accidentalmente. Nel caso in cui l’operazione venga interrotta durante il flash del firmware il telefono potrebbe risultare rovinato per sempre e quindi adatto ad essere utlilizzato come costoso fermacarte.

Ecco il video di tutta l’operazione di flash http://www.youtube.com/watch?v=F3ibJg0kgrM

Alcune foto di FroYo sul Liquid. L’interfaccia non è la tipica Android ma è stata disegnata da Acer.

Written by me

28 novembre 2010 at 1:29 pm

Pubblicato su Acer, Android

Wally: cambia sfondo all’italiana

with one comment

Un’ottima applicazione che consente di fare in modo molto completo, una singola, semplice operazione: cambiare lo sfondo del nostro desktop ad intervalli regolari.

Esistono molti software per Ubuntu (e altri GNU/Linux) che si sono avventurati nel cambio di wallpaper dopo che questa funzionalità è comparsa all’interno dei sistemi operativi Vista, Windows 7 e Mac OS. Ad esempio possiamo prendere Cortina che ci consente di specificare una cartella di immagini che verranno utilizzate per sfondo del desktop. Oltre a selezionare la cartella di origine, l’utente può selezionare l’intervallo di tempo tra un wallpaper e l’altro ed eventualmente può forzare il passaggio all’immagine successiva.

Wally fa tutto ciò che fanno gli altri software ma lo fa meglio. La finestra delle impostazioni è colma di checkbox che consentono di attivare o meno le tante opzioni del programma. Oltre a poter visualizzare le immagini di una o più cartelle sul nostro computer, consente di scaricare e visualizzare sul nostro desktop le immagini prese da tanti servizi di foto online come ad esempio flickr, picasa e panoramio. Le foto scaricate possono essere salvate in locale in automatico.

Come si può leggere sul sito dell’autore, che tra l’altro è italiano, Wally è stato sviluppato utilizzando strumenti open source ed in particolare le librerie Qt. Inoltre è possibile vedere alcuni screenshot e tutte le caratteristiche.

Per installarlo basta digitare sudo apt-get install wally da una finestra del terminale oppure utilizzare l’Ubuntu software center.

Written by me

22 settembre 2010 at 7:17 pm

Pubblicato su Immagini, Linux, Ubuntu, Wallpaper

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: