Nicola Cardinali's Weblog

Just a blog.

Archive for the ‘Acer’ Category

Android, da Google alle case produttrici di telefoni

leave a comment »

Il progetto Android di Google nasce con l’idea di consentire a chiunque di leggere il codice del sistema operativo (del telefono) e poterlo modificare a piacimento. La stessa cosa accade con i sistemi operativi (per pc) GNU/Linux come ad esempio Ubuntu, Suse e Debian.

Il flusso degli eventi in termini cronologici riguardanti il rilascio di un aggiornamento software per un qualsiasi telefono equipaggiato con Android parte dal rilascio da parte di Google di una nuova versione di Android. Così abbiamo le versioni:
– 1.5 cupcake
– 1.6 donut
– 2.0 eclair
– 2.2 froyo
– 2.3 gingerbread

Successivamente le case produttrici dei telefoni, come ad esempio l’Acer, adattano le funzionalità del sistema operativo di Google alle caratteristiche fisiche del telefono cellulare e successivamente rilasciano un aggiornamento ufficiale generalmente dal proprio sito web. Questo aggiornamento è rilasciato per permettere ai propri terminali di usufruire delle migliorie introdotte dalle nuove versioni di Android. L’ultimo aggiornamento ufficiale da parte di Acer per il Liquid A1 (non il Liquid E) è ad Android 2.1 Eclair.

Written by me

26 febbraio 2011 at 10:35 am

Pubblicato su Acer, Android, Google

Aggiornamento Acer Liquid A1 a FroYo (Android 2.2)

with 11 comments

Finalmente è stato rilasciato l’aggiornamento ufficiale dell’Acer Liquid E al nuovo Android 2.2 FroYo e grazie agli amici del forum di tuttoandroid.net e di Modaco è possibile effettuare l’aggiornamento anche sul fratellino piccolo del Liquid E e cioè (il mio) Liquid A1. L’unica differenza tra i due modelli di telefono è la quantità di memoria RAM: 512 MB per l’E e 256 per l’A1. Dopo che è uscito l’aggiornamento ufficiale, scaricabile dal sito acer.it per il Liquid E, un certo hacker francese di nome mcboydesign ha effettuato il porting della versione anche per il modello A1. E’ quindi grazie a  tutti loro che ho fatto il flash di FroYo e che ci sono riuscito 😉

Passi preliminari

E’ importante che la batteria del telefono sia carica (almeno per il 50%).
Tutti i dati, le applicazioni e le impostazioni come password, rubrica telefonica e appuntamenti nel calendario verranno cancellati completamente quindi è necessario fare prima un backup nella cloud (fare una sincronizzazione completa con Google) e segnarsi le nostre applicazioni preferite.
I dati sulla scheda SD, come ad esempio le foto, non verranno cancellate anche se è sempre meglio farsi un backup su PC.
Se viene utilizzato un portatile, assicurarsi che la batteria sia carica.

Cosa ci serve

Il firmware è appena uscito e già ne esistono due versioni: una “ufficiale” Acer e una moddata da mcboydesign che ha provveduto ad alleggerirla di alcuni tools che Acer inserisce in tutte le sue release di Android come ad esempio SocialJogger, RoadSync, Spinlets e urFooz. Personalmente ho voluto installare la versione ufficiale per poter valutare il lavoro di mamma Acer, quindi ho scaricato la BIN di mcboydesign dal suo sito http://www.mcboydesign.fr/?p=186 da questo link diretto http://www.multiupload.com/1MT6F3ET2H (circa 185 MB).

Per effettuare il flash è necessario installare sul PC i driver per la comunicazione con il telefono che si possono trovare sempre in nel sito di mcboydesign o direttamente a questo link http://www.multiupload.com/P9ZDZUWHSR (circa 12 MB). I driver servono per instaurare una comunicazione corretta tra PC e Liquid quindi è necessario scaricarli e installarli sul PC prima di fare qualsiasi altra operazione. Come PC è preferibile utilizzare un portatile oppure un PC sotto gruppo di continuità in modo da proteggerci da eventuali blackuout proprio nel momento del flash (vedi legge di Murphy).

Ultimo tool da scaricare ma non meno importante è l’Acer Download Tool che ci serve per fare materialmente il flash del nuovo firmware. Lo si può scaricare da qui http://www.mediafire.com/?l408mp10p9h1wn8

Ecco una immagine di tutti i file scaricati

Come si fa

1) Installare sul PC portatile i nuovi driver
Estrarre dal file ZIP i file adatti al sistema operativo installato sul PC e fare doppio clic sul file DPInst.exe. Consiglio di farlo con cellulare scollegato dal PC e ricollegarlo quando l’installazione dei driver è terminata.

2) Verificare che nelle impostazioni del Liquid sia attivato il Debug USB.

3) Scompattare il file ZIP che contiene il nuovo firmware. Questo ZIP contiene due file: .BIN e .MD5. Il file MD5 consente di verificare la firma del file bin in modo da assicurarsi che non sia corrotto.

4) Scompattare il file ZIP dell’Acer Download Tool.

5) Copiare il file .BIN all’interno della cartella ACER_A1_Bin sotto all’Acer Download Tool.

6) Collegare il Liquid al PC e abilitare l’USB in modo da visualizzare l’SD come una normale chiavetta USB.

7) Aprire l’Acer Download Tool e verificare che nel box Device 01 ci sia scritto Connected su sfondo verde. Cliccare sul pulsante Browse e selezionare il file .BIN sotto la cartella ACER_A1_Bin e poi cliccare sul pulsante Start per avviare il processo di scrittura del firmware sul telefono. E’ importante non scollegare per nessun motivo il telefono dal cavo USB durante questa fase quindi consiglio vivamente di verificare preventivamente che le prese USB siano infilate correttamente e che il cavo non possa essere staccato accidentalmente. Nel caso in cui l’operazione venga interrotta durante il flash del firmware il telefono potrebbe risultare rovinato per sempre e quindi adatto ad essere utlilizzato come costoso fermacarte.

Ecco il video di tutta l’operazione di flash http://www.youtube.com/watch?v=F3ibJg0kgrM

Alcune foto di FroYo sul Liquid. L’interfaccia non è la tipica Android ma è stata disegnata da Acer.

Written by me

28 novembre 2010 at 1:29 pm

Pubblicato su Acer, Android

Ubuntu 8.10 su laptop Acer Extensa 5620

with 3 comments

Dopo tante ore perse nella configurazione del mio pc muletto (vedi post precedenti) ho finalmente trovato un bel pc che supporta egregiamente questo bel sistema operativo! Infatti Ubuntu sull’Acer Extensa 5620 funziona proprio alla grande!!

Il pc è equipaggiato così:
Intel Core 2 Duo procssot T5550 (1.83 GHz, 667 MHz FSB, 2 MB L2 cache)
15.4″ WXGA LCD
Mobile Intel Graphics Media Accelerator X3100
2 GB DDR2
250 GB HDD
DVD-Super Multi DL
802.11 a/b/g WLAN

La casa madre lo vende con preinstallato Windows XP Professional con già installate tutte le varie utility Acer per la gestione dei tastini rapidi, batteria, gridview, backup e altre. L’harddisk inoltre è stato partizionato così: 3 partizioni di cui 1 nascosta da 5 giga che serve all’utility Acer per fare copie di backup.

Dopo aver controllato che tutte le funzionalità del portatile fossero ok, ho creato il backup dell’intero disco in modo da poter ripristinare lo stato del portatile al momento dell’acquisto. Il backup si fa tramite la comoda e già installata utility Acer. Il programma prima crea il backup che poi potrà essere riversato su 2 dvd avviabili.

Concluso il backup (circa un’oretta) ho inserito il cd di Ubuntu nel lettore e l’ho fatto partire in modalità live. Quando ho visto che gli effetti grafici di compiz erano già stati attivati, mi sono deciso ad installarlo…
Dal sistema live ho cliccato sull’icona per procedere all’installazione e la procedura guidata mi ha permesso di ridimensionare le partizioni esistenti creando così spazio per una nuova partizione da 20 gb per linux (più una di circa 2 gb per il file di swap come di solito).

Conclusasi l’installazione di linux e riavviato il sistema, trovo al boot il nuovo menù di Grub che consente di scegliere quale sistema operativo avviare. La prima volta ho avviato Windows XP per controllare fosse ancora integro e funzionante, poi ho riavviato di nuovo e finalmente ho avviato Ubuntu.

Quello che mi si è presentato è stato per me un po’ deludente cioè un sistema perfettamente configurato per far funzionare tutte le periferiche del pc. Mi aspettavo di dover fare almeno qualche piccola modifica a qualche file di configurazione e invece… Compiz funzionante alla grande con grafica ed effetti fluidi, scheda wireless e wired funzionanti e già configurate per navigare in internet e scaricare gli aggiornamenti del S.O.. Unica cosa: consiglio l’utilizzo di wicd al posto di NetworkManager per gestire le connessioni di rete. NetworkManager è preinstallato in Ubuntu ma il suo frontend grafico ha ancora qualche bug di troppo per i miei gusti.

Dopo aver configurato il sistema secondo le mie preferenze, ho installato vari programmi dai repository e tra questi anche VirtualBox OSE che è un gestore di macchine virtuali.
Le macchine virtuali sono delle astrazioni software dei sottosistemi hardware. In parole povere, i software come VirtualBox o il più noto VMWare, servono a installare altri sistemi operativi in una finestra del sistema operativo vero e proprio. In VirtualBox ho installato Windows XP Professional quindi se avrò bisogno di usare qualche programma che funziona solo in ambiente Windows potrò usarlo in questo modo.

Il prossimo passo che (forse) farò sarà cancellare definitivamente la partizione con installato Windows e utilizzare Windows all’occorrenza solo all’interno della macchina virtuale. Curiosità: tempo di avvio di Windows in una finestra di Ubuntu? 25 secondi (comprensivi di digitazione password per l’utente).

Written by me

21 febbraio 2009 at 11:00 am

Pubblicato su Acer, Linux, Ubuntu, Windows XP

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: