Nicola Cardinali's Weblog

Just a blog.

Archive for the ‘Linux’ Category

Wally: cambia sfondo all’italiana

with one comment

Un’ottima applicazione che consente di fare in modo molto completo, una singola, semplice operazione: cambiare lo sfondo del nostro desktop ad intervalli regolari.

Esistono molti software per Ubuntu (e altri GNU/Linux) che si sono avventurati nel cambio di wallpaper dopo che questa funzionalità è comparsa all’interno dei sistemi operativi Vista, Windows 7 e Mac OS. Ad esempio possiamo prendere Cortina che ci consente di specificare una cartella di immagini che verranno utilizzate per sfondo del desktop. Oltre a selezionare la cartella di origine, l’utente può selezionare l’intervallo di tempo tra un wallpaper e l’altro ed eventualmente può forzare il passaggio all’immagine successiva.

Wally fa tutto ciò che fanno gli altri software ma lo fa meglio. La finestra delle impostazioni è colma di checkbox che consentono di attivare o meno le tante opzioni del programma. Oltre a poter visualizzare le immagini di una o più cartelle sul nostro computer, consente di scaricare e visualizzare sul nostro desktop le immagini prese da tanti servizi di foto online come ad esempio flickr, picasa e panoramio. Le foto scaricate possono essere salvate in locale in automatico.

Come si può leggere sul sito dell’autore, che tra l’altro è italiano, Wally è stato sviluppato utilizzando strumenti open source ed in particolare le librerie Qt. Inoltre è possibile vedere alcuni screenshot e tutte le caratteristiche.

Per installarlo basta digitare sudo apt-get install wally da una finestra del terminale oppure utilizzare l’Ubuntu software center.

Written by me

22 settembre 2010 at 7:17 pm

Pubblicato su Immagini, Linux, Ubuntu, Wallpaper

Avidemux: il video editing non è mai stato così facile

leave a comment »

Esistono moltissimi programmi che consentono di modificare i video, Avidemux è uno dei pochi che permette di eseguire operazioni di editing in modo semplice e veloce.

Dall’homepage dell’applicazione http://fixounet.free.fr/avidemux/

Avidemux è un editor video gratuito progettato per semplici compiti di taglio, filtraggio e codifica. Esso supporta molti tipi di file, inclusi AVI, MPEG compatibili DVD, MP4 e ASF, usando una vasta gamma di codec. I compiti possono essere automatizzati utilizzando progetti, code di lavoro e possibilità di utilizzare capacità di scripting.
Avidemux è disponibile per Linux, BSD, Mac OS X e Microsoft Windows sotto licenza GNU GPL. […]

Per l’installazione basta digitare un banale sudo apt-get install avidemux nella finestra del terminale oppure installarlo da Ubuntu software center.

All’avvio il programma aspetta che gli indichiamo il video da elaborare. Per esempio proviamo a vedere i passi necessari a convertire un DVD in Xvid.

Dopo aver salvato il DVD sull’harddisk, cliccare sul pulsante apri della barra degli strumenti di Avidemux e selezionare il file VOB che si vuole convertire. Selezionare dalla tendina Video la voce MPEG-4 ASP (Xvid) e dalla tendina Audio la vode MP3 (lame). Nella tendina Formato lasciare impostato AVI. La barra sotto funziona come quella di un vero e proprio riproduttore di filmati e tra le altre cose consente anche di tagliare testa e coda del filmato con i tasti A e B.

Dopo aver impostato tutti i parametri basta cliccare sul pulsante Salva e dare un nome al file. Una finestra di informazioni ci informa sulla durata del processo di codifica.

Avidemux è molto più potente di quanto descritto qui, per saperne di più visita la sezione “wiki docs” del sito web .

Written by me

18 settembre 2010 at 1:27 pm

Pubblicato su DVD, Film, Linux, tool, Ubuntu

Aggiungere repository daily-build di Mozilla a Ubuntu 9.10+

with 3 comments

Vuoi Firefox e Thunderbird super aggiornati all’ultima versione? E’ possibile aggiungere il repo delle build giornaliere di Mozilla a Ubuntu. Per farlo è molto semplice. Basta aggiungere il repository ppa:ubuntu-mozilla-daily/ppa e cercare gli aggiornamenti col Gestore Aggiornamenti di Ubuntu.

Per farlo in Ubuntu 9.10 o successiva occorre aprire una finestra del terminale e digitare

sudo add-apt-repository ppa:ubuntu-mozilla-daily/ppa

Poi andare nel Gestore Aggiornamenti oppure digitare nel terminale

sudo apt-get update; sudo apt-get upgrade

In questo momento l’ultima versione di Firefox si chiama Namoroka ed è la versione 3.6.2pre mentre per Thunderbird la build si chiama Shredder ed è la versione 3.0.4pre.

Written by me

6 marzo 2010 at 10:46 am

Pubblicato su Firefox, Linux, Thunderbird, Ubuntu

Creare copie di backup di film in dvd in Ubuntu

with one comment

Dopo tanto peregrinare da programma a programma per riuscire a trovarne uno per creare copie di backup di film in dvd, penso di aver trovato il programma giusto. Si chiama K3B. In realtà non è un programma che fa solo copie di dvd ma è nato come software di masterizzazione, come il più famoso Nero. Quello che ho trovato in K3B e che non ho trovato in altri software è la possibilità di effettuare una copia 1:1 del dvd. Altri programmi permettono di convertire il dvd in divx oppure di estrapolare dal dvd solo il titolo principale (quello del film) escludendo però il menù e gli altri titoli inclusi nel dvd.

Per installare K3b in Ubuntu basta digitare nel terminale:

sudo apt-get install k3b

Siccome K3b è un software destinato all’ambiente KDE e non Gnome è necessario installare parecchi pacchetti di librerie assieme a K3b. I pacchetti verranno scaricati in modo automatico da apt-get e installati.

Per riuscire a copiare dvd protetti e criptati occorre installare altre 2 librerie che non vengono scaricate in automatico durante l’installazione di K3b. Per installarle digitare:

sudo apt-get install libdvdread4

e

sudo apt-get install libdvdcss2

Attenzione: quest’ultima libreria è contenuta all’interno del repository Medibuntu che occorre prima attivarlo.

Per copiare un dvd occorre inserirlo nel lettore e, dopo aver aperto il programma:
1) Fare clic su Copia supporto…
2) Selezionare le varie opzioni
3) Cliccare su Avvio

Non ho ancora trovato, se c’è, l’opzione per comprimere un dvd double layer in uno single layer. Cosa semplicissima da fare con DVD Shrink che peraltro funziona benissimo anche su Ubuntu (con WINE) nonostante sia un programma nato per l’ambiente Windows.

Written by me

12 dicembre 2009 at 2:04 pm

Pubblicato su DVD, DVD Shrink, K3b, Linux, Ubuntu

Medibuntu

with one comment

I sistemi *Linux, per quanto riguarda la gestione dei programmi installati, funzionano con il sistema dei repository che sono dei raccoglitori di software. Esistono più repository e ognuno raccoglie software appartenente ad una certa categoria. Su ubuntu ci sono 4 repository ufficiali:
main, che raccoglie software open source supportato da Canonical
universe, che raccoglie software open source supportato dalla comunità
restricted, che raccoglie driver proprietari per le periferiche e i dispositivi collegati al computer
multiverse, che raccoglie software con restrizioni per copyright o motivi legali

Oltre a questi repository ufficiali è possibile aggiungerne altri: un esempio è il repository Medibuntu. Medibuntu (Multimedia, Entertainment & Distractions In Ubuntu) è un repository di pacchetti che non possono essere inclusi nella distribuzione Ubuntu per motivi legali (copyright, license, patent, etc).
Tra i tanti, due pacchetti in particolare hanno attirato la mia attenzione: Skype e Google Earth. Ovviamente è possibile installare questi due programmi al di fuori di Medibuntu, andando sui rispettivi siti e scaricando il file deb. La comodità di installarli tramite repository deriva dal fatto di non dover gestire manualmente gli aggiornamenti futuri dei programmi (controllare sul sito se ci sono versioni nuove, scaricare l’aggiornamento o il programma nuovo e installarlo). Infatti utilizzando il repository si sfrutta il lavoro della comunità che mantiene il repository stesso.

Istruzioni per attivare il repository Medibuntu e installare Skype e Google Earth.
Innanzitutto aprire il terminale (menù Applicazioni/Accessori/Terminale) e digitare il seguente comando che scarica dal sito web di medibuntu il file .list che attiva il repository e lo salva sotto la cartella di configurazione di apt.

sudo wget http://www.medibuntu.org/sources.list.d/$(lsb_release -cs).list --output-document=/etc/apt/sources.list.d/medibuntu.list

installare la chiave di autenticazione con

sudo apt-get --yes -q --allow-unauthenticated install medibuntu-keyring

poi aggiornare i repository con

sudo apt-get -q update

Finito di configurare il repository si possono installare i pacchetti skype e googleearth

sudo apt-get install skype
sudo apt-get install googleearth

Written by me

8 novembre 2009 at 12:31 pm

Piccole soddisfazioni

leave a comment »

Written by me

2 novembre 2009 at 3:15 pm

Conversione batch di BMP in JPG da riga di comando con ImageMagick

with 3 comments

Oggi mi sono trovato nel disco una cinquantina di vecchi screenshot in formato BMP e mi sono reso conto che tengono un bel po’ di posto. Siccome ogni singola immagine tiene 1,7 MB e non mi serve tenerle in BMP ho pensato di convertirle tutte in JPG. Da fare a mano è una operazione abbastanza lunga quindi mi sono messo alla ricerca di una soluzione per fare la conversione di tutta la cartella in automatico.
Ci sono molti programmi di grafica che integrano strumenti per effettuare conversioni o modifiche di gruppo (uno su tutti il Photoshop) ma esistono anche strumenti un po’ più stuzzicanti dal punto di vista di un programmatore.
Uno di questi (e forse il migliore) in ambiente GNU/Linux è la libreria ImageMagick. Per installarla dare il comando sudo apt-get install imagemagick.

Il suo utilizzo è molto semplice. Per convertire una cartella di file BMP in JPG mantenendo lo stesso nome (cambiando solo estensione), basta posizionarsi all’interno della cartella con i file BMP, digitare il seguente comando nel terminale e dare invio.

for i in *.BMP; do convert $i `basename $i .BMP`.jpg; done

Attenzione che gli apici sono quelli a rovescio che si fanno con ALT Gr + ‘

Il comando è un ciclo che esegue il comando convert per ogni file BMP presente all’interno della cartella. L’estensione del file viene cambiata tramite il comando basename.

Written by me

29 ottobre 2009 at 12:03 am

Pubblicato su ImageMagick, Immagini, Linux, Ubuntu

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: